Viaggi e Turismo >> Catanzaro e Dintorni >> Zagarise
 

Zagarise è un comune italiano di 1.755 abitanti della provincia di Catanzaro. Zagarise è un comune della Presila Catanzarese all'interno del Parco Nazionale della Sila. Il territorio bellissimo e variegato si estende dai 100 m sul livello del mare fino a 1700 m.
Le spevificità più importanti del comune sono:
- la montagna, dalla quale a pochi chilometri si può raggiungere il mare
- gli antichi monumenti storici
- i prodotti tipici ed enogastronomici
Zagarise è uno dei comuni calabresi più importanti per la produzione di olio di altissima qualità, sono invero presenti diversi frantoi ed aziende di imbottigliamento ed è iscritto quale membro dell'Associazione Nazionale Città dell'Olio.


Punti d'interesse:

Chiesa del Rosario: In passato veniva denominata chiesa di san Domenico. le sue origini risalgono al 1400. I primi proprietari furono i Padri Domenicani. La chiesa anticamente era tutta affrescata ma le imbiancature in calce hanno cancellato ogni cosa.
Chiesa di Santa Maria Assunta: risale al 1425, ma potrebbe risalire anche ad epoca più remota. Attualmente il tempio presenta una bella facciata, con portale romanico, composto da una serie di archetti, poggianti su delle semplici colonnine con capitelli lavorati a foglie di palma e rosette. L'altare maggiore è un'opera del XVIII secolo lavorato con marmo ad intarsi colorati.
Castello Normanno: Databile tra il XIII ed il XIV secolo, costituisce memoria del periodo Normanno di Roberto il Guiscardo. Di recente entrato a far parte del “Circuito Regionale dei Castelli Calabresi” la massiccia torre cilindrica rappresenta la logica conseguenza di quelle famose fortificazioni che i Normanni, popolo invasore venuto dalla Normandia, con a capo Roberto il Guiscardo, costruirono su tutto il territorio Calabrese. La torre, molto probabilmente, dovette rappresentare una vedetta, un posto avanzato di qualche ben più importante castello, forse quello di Barbaro.
Borgo Paradiso: Bellissima memoria della Zagarise più antica risalente all’anno 1200 circa , oggi oggetto di riqualificazione grazie alla presenza nel sito del Castello Normanno , Palazzo Parisi, Ostello della Gioventù realizzato con il recupero di antiche dimore all’interno delle quali è possibile rivivere l’atmosfera delle tradizioni più lontane del borgo Zagaritano.
Museo dell’olio d’oliva nella realtà Contadina: vecchio Frantoio, nella parte centrale e più antica del paese, restaurato in muratura tipica della zona, il più bello tra gli eco- musei del Parco Nazionale della Sila. Nell’ambito del progetto di riqualificazione del “ Museo dell’olio di oliva e della civiltà contadina” identificato come una delle maggiori attrazioni del Parco Nazionale della Sila, viene proposto lo studio di un sistema di identità visiva che , attraverso la presentazione di un marchio identificativo della struttura museale, migliori la riconoscibilità dell’offerta culturale di eccellenza dell’intera area. Il Museo dell’olio di Zagarise si propone di favorire: a) la diffusione della conoscenza del territorio della Sila Piccola e della sua cultura materiale e immateriale, capace di generare un’identità riconoscibile; b) la riqualificazione e la promozione del territorio locale come meta di flussi turistici culturali, naturalistici e sportivi, con particolare riferimento al segmento dei visitatori ingessati alle aree protette, tramite inserimento nel circuito degli itinerari di visita nel Parco della Sila; c) la valorizzazione del legame tra patrimonio storico-culturale, ecologico – ambientale ed eno – gastronomico.
Canyon Timpe Rosse: Suggestivo percorso tra rocce di arenaria rossa, la colorazione è dovuta al terreno ricco di ferro, mentre le pareti sono vere e proprie sculture che assumono forme geometriche variegate. Al tramonto, il canyon acquista un fascino artistico, un’opera “scultura” della natura modellata nel tempo dal corso del fiume Uria. In questa magnifica e suggestiva area naturalistica nidifica il “ capovaccaio” esemplare rarissimo della famiglia degli avvoltoi.
Grotta dei Briganti: Inserito nel circuito turistico legato al museo dell’olio riesce a suggestionare il visitatore con il ritorno ad un delle fasi storiche più importanti in Calabria appunto “Il brigantaggio”. La grotta, rifugio sicuro, posta alla fine di un panoramico sentiero naturale surreale per essere così vicino al centro abitato è completamente immersa in un habitat veramente singolare. Un antico documento del Ministero della Guerra conferma che in questo posto, all’ epoca del brigantaggio, fu catturata una “mano”, di pericolosissimi briganti, esattamente cinque.
Cascate del Campanaro: immersa in una cornice quasi surreale dovuta al particolare colore della roccia su cui l’acqua scorre che tra felci e liane acquisisce un aspetto somigliante ad una foresta equatoriale, restituendo al turista un colpo d’occhio su cui perdersi. Si raggiungono in 15 minuti percorrendo un sentiero intervallato da piccoli gradini. Prima di giungere alla cascata, lungo il sentiero, è possibile ammirare un pagliaro, tipica costruzione contadina, i resti di un ponte costruito nel secolo scorso e bombardato durante la seconda Guerra Mondiale ricostruito in seguito da maestranze locali, una piccola cascata a più salti che termina in una graziosa pozza naturale e numerose specie di piante come quella dell’aspirina (salice) e l’albero della manna. Oltre alla principale cascata troviamo tre sorgenti e un “vullu” cioè una pozza d’acqua.
Monte Gariglione: La strada principale verso la Sila, poco lontana dal paese, si inerpica sul monte Gariglione. Lungo il percorso, nascoste da una fitta e rigogliosa vegetazione di pini e faggi, si scorgono ombreggiate aree picnic attrezzate con panche e tavolini. Dalla vetta, inoltre, si gode un bel panorama che abbraccia sia il mare Jonio sia il Tirreno. In questa zona è anche possibile visitare un’azienda faunistica, gestita dal demanio forestale, che alleva cinghiali. Il versante della montagna, infine, si presta a escursioni di trekking e sci di fondo.
Castellaci: Antichissima masseria tipica del latifondo calabrese, oggi prestigiosa azienda agrituristica a soli 5 km dal mare. Si trova nella Presila calabrese, protetta dai monti dell’Appennino alle sue spalle, a soli 25 km di distanza, e sovrastante il mare, sul Golfo di Squillace, a soli 7 km, di cui si gode una splendida visuale. Questo angolo di paradiso rappresenta una oasi dove è possibile trovare la natura ancora intatta, la semplicità e l’ospitalità proverbiale della gente, le attrattive naturalistiche e i ritmi di una vita pacata, senza rinunciare al comfort ed alla possibilità, a poca distanza, di godere di attrattive culturali, sportive e sociali adatte ad ogni età.
Rifugi Alpini: Posti a 1680 mt s.l.m. i rifugi “Leone Grandinetti” nati per iniziativa del CAI di Catanzaro, dalla ristrutturazione di due manufatti del 1929, in muratura di pietra, tipica della zona, una è adibita a zona di accoglienza diurna, mentre l’altra, costituita da due camere, ad ingresso separato, con servizi annessi, è destinata a dormitorio, per un numero massimo di 16 posti letto a castello. I due manufatti, che ricadono nell’agro del comune di Zagarise, sono posti in una radura silente di incomparabile bellezza, alla quota di m.1611 s.l.m. ed alle pendici del Monte Gariglione (m. 1765), nel cuore del Parco Nazionale della Sila Piccola, tra boschi rigogliosi di Faggio ed imponenti formazioni di Abete Bianco.
Carrozzino: Splendida località montana a circa 1000 metri sul livello del mare ospita un centro di ambientamento e diffusione del cinghiale è un’aerea destinata allo studio della coltivazione dei piccoli frutti e del recupero di piante in via d’estinzione.
Parco Acrobatico: Un modo diverso ed emozionante di trascorrere il proprio tempo libero astretto contato con la natura. Orma nel Parco è il primo parco avventura della calabria, un parco acrobatico sospeso tra gli alberi immerso in uno splendido bosco di faggi, nel cuore della sila piccola a quota 1700 s.l.m. in località Tirivolo ; Trattasi di un Parco assolutamente eco-compatibile ed aperto a tutti che offre attrattive ed attività a persone di tutte le età: scolaresche, famiglie , gruppi organizzati , aziende ecc. Una realtà estremamente dinamica e innovativa che si pone come volano economico e turistico per l’intera presila catanzarese nel cuore del Parco Nazionale della Sila
Museo D’Arte Sacra Silvestro Frangipane: nella parrocchia di Santa Maria Assunta è stato allestito un piccolo museo- pinacoteca. Si compone di una sala unica che ospita 36 opere del XVII e del XIX secolo tra cui i ritratti di don Pancrazio Gallelli (1838) e di Padre Giovanni Battista Talarico di Scigliano (XIX secolo). Diversi, inoltre, i soggetti sacri. Degni di nota sono: il dipinto della “Madonna con il Bambino e i Santi Giuseppe e Pancrazio” del 1829, opera di Antonio Giannetti; la “Madonna Divina Pastora” del XIX secolo, opera di anonimo (forse lo stesso Giannetti); una via Crucis dell’Ottocento. 


Frazioni: Mandile, Tirivolo, Carozzino.

Patrono: San Pancrazio Vescovo che si festeggia il 9 Luglio.

Sito istituzionale: zagarise.asmenet 

HOME Sportello informagiovani della Provincia di Catanzaro
iGiò Sportello informagiovani della Provincia di Catanzaro
Iscriviti alla Newsletter

Prenotazione online Hotel

Casamundo "La casa vacanza"
 
Orari dei treni

Aeroporto di Lamezia Terme - Catanzaro

Vola Gratis

Edreams.it

Scuola Università Lavoro
Orientamento Scolastico
Elenco Scuole
Progetti e iniziative
Opportunità e bandi
Università in Calabria
Accademie e Conservatori
Borse di studio
Studiare all'estero
Università in Italia
Opportunità e Bandi
Workshop e Iniziative
Imprenditoria giovanile
Concorsi
Formazione
Contratti di lavoro
Opportunità di lavoro
Servizi bancari
Normativa del lavoro
     
     
Viaggi e Turismo Tempo Libero Bacheca
Trasporti
Agenzie di viaggio
Catanzaro e dintorni
Strutture Ricettive
Mangiare in Provincia
Impianti Sportivi
Biblioteche e musei
Cinema e teatro
Focus eventi
Testi scolastici
Testi universitari
Offerte di viaggio
<-- dicembre 2017 -->
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31