Viaggi e Turismo >> Catanzaro e Dintorni >> San Pietro a Maida
 

San Pietro a Maida è un comune di 4.302 abitanti della provincia di Catanzaro. E’ certamente difficile stabilire le origini di San Pietro a Maida, data l’assenza di documenti o testimonianze certe. Si può tuttavia desumere in maniera indiretta la presenza, nei dintorni dell’attuale centro abitato, di gruppi di persone già a partire dall’anno 1000. Secondo Gabriele Barrio (1571) la denominazione originaria sarebbe Petreium o Petreio, per altri, invece, San Pietro di Stretto, o ancora Petrazzo, dal nome di un pastore. L’origine dell’insediamento è legata al flusso di gruppi sempre più numerosi di monaci che dal VII al X secolo si spingono verso l’occidente per l’incalzare delle orde musulmane, trasferendosi in Sicilia e poi in Calabria e facendo diventare il comprensorio lametino una delle aree a più alta densità di monasteri della Calabria. A San Pietro viene edificato il monastero basiliano intitolato a Santa Veneranda, i cui ruderi sono visibili, nella omonima contrada, fino al 1848.



Punti d' interesse:

Monastero di San Nicola:
da alcune notizie riguardanti i monasteri cristiani e in modo particolare quelli basiliani, che ebbero grandissimi fervori in Calabria nel periodo dell'umanesimo intorno all'anno 1000, si presume che in quel periodo fu fondato il monastero di San Nicola in quei territori conosciuti come Lacconia; della quale civiltà oggi non ne rimane più traccia. Sempre da queste notizie risulta che in seguito sorsero altri monasteri attratti dal luogo ideale per la meditazione, questi, seguivano la regola di San Basilio, introdotta dal cardinale Bassarione oriundo greco e fondatore dell'ordine. Sorsero anche due grandi monasteri dedicati a San Pietro, uno nell'omonimo villaggio e l'altro a Maida nei boschi dell'interno, i più noti cenobi di Sant'Elia e di Costantino, risulta da questa notizia che San Pietro a Maida come piccolo villaggio esisteva già ai primi dell'anno 1000. Anche se oggi purtroppo mancano sia testimonianze che documenti validi perché possano convalidare queste esistenze, l'esistenza del monastero di San Pietro è senza altro fuori discussione, poiché si è accertato attraverso una relazione scritta dall'abate Angelo Mancuso ed indirizzata alla "Curia di Nicastro" in data 13 febbraio 1769, che le rovine di questo monastero erano ancora visibili e constatabili nei periodi precedenti al terremoto del 3 febbraio 1783 in quella località denominata: "Santa Venere Basiliana". Parte dei beni di questo monastero "ab antiquo" erano passati a Santa Parasceve di Maida, mentre il rimanente: vigneti, uliveti, prati, Etc., furono usati per costituire la nuova dotazione della chiesa abbaziale appartenente all'ordine monastico di San Nicola di Bari e che fu fondata secondo alcuni documenti agli inizi del 1400. Le nostre colline, sempre secondo queste fonti constatabili, attraverso i vari documenti sui monasteri e le testimonianze, dunque furono abitate anche se solo da monaci più o meno intorno all'anno 1000, e forse (anche se questa non è tra le tesi più attendibili), il nome dell'attuale San Pietro prese il nome proprio dal monastero Basiliano. Sempre secondo alcune testimonianze tra il 1015 e il 1020 i Saraceni invasero e devastarono i luoghi di San Pietro distruggendo tutti i monasteri della zona, mentre occuparono Maida nel 1020. Quando infine i saraceni abbandonarono i territori di Maida e i luoghi adiacenti lasciandoli in uno stato di squallore, Bono fece ricostruire l'edificio monastico di San Pietro, restaurato in modo da poter alloggiare le monache basiliane di Santa Veneranda, le quali furono introdotte verso il 1070. Purtroppo la scarsità di notizie di documenti e altre fonti storiche che sicuramente sono andati perduti nel tempo, non ci consente al momento una più dettagliata ricostruzione dei fatti, dei documenti perduti lo afferma anche Don Bonello nel suo libro su Curinga, nel quale risulta che: "la visita pastorale del 1793, constatava che documenti e carte del monastero di Santa Veneranda di Maida erano finiti in cucina e foglio dopo foglio nel fuoco".
Santuario di Santa Maria del Carmelo: sorge su di un eremo molto caratteristico e circondato dal verde. Le notizie sulla sua fondazione sono poche e frammentarie, ma possiamo ipotizzare a riguardo un’origine tardo quattrocentesca, quando il paese era ancora nei primi decenni di vita. Una chiesa come questa rappresentò un punto di riferimento sociale indispensabile per la crescita della comunità ed ovviamente per la sua spiritualità. Gravemente danneggiato dai terremoti del XVII e XVIII secolo, il Santuario di Maria Santissima del Monte Carmelo venne ogni volta ricostruito grazie all’opera volontaria dei fedeli e ai mezzi finanziari di benefattori locali. Oggi si presenta con un facciata molto semplice, ornata da due lesene laterali ed un sottile cornicione che ne evidenzia il timpano: il portale in pietra lavorata forma un grosso arco a tutto sesto che arriva a sfiorare il rosone circolare che lo sormonta. Alla sinistra della struttura si erge un piccolo campanile a base quadrata dalle cui finestre bifore è possibile godere di una straordinaria vista sulla vallata.


Frazioni: San Pietro Scalo, Serre.

Patrono: San Nicola di Bari che si festeggia il 6 Dicembre.

Sito istituzionale: www.comune.sanpietroamaida.cz.it.

HOME Sportello informagiovani della Provincia di Catanzaro
iGiò Sportello informagiovani della Provincia di Catanzaro
Iscriviti alla Newsletter

Prenotazione online Hotel

Casamundo "La casa vacanza"
 
Orari dei treni

Aeroporto di Lamezia Terme - Catanzaro

Vola Gratis

Edreams.it

Scuola Università Lavoro
Orientamento Scolastico
Elenco Scuole
Progetti e iniziative
Opportunità e bandi
Università in Calabria
Accademie e Conservatori
Borse di studio
Studiare all'estero
Università in Italia
Opportunità e Bandi
Workshop e Iniziative
Imprenditoria giovanile
Concorsi
Formazione
Contratti di lavoro
Opportunità di lavoro
Servizi bancari
Normativa del lavoro
     
     
Viaggi e Turismo Tempo Libero Bacheca
Trasporti
Agenzie di viaggio
Catanzaro e dintorni
Strutture Ricettive
Mangiare in Provincia
Impianti Sportivi
Biblioteche e musei
Cinema e teatro
Focus eventi
Testi scolastici
Testi universitari
Offerte di viaggio
<-- dicembre 2017 -->
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31