Viaggi e Turismo >> Catanzaro e Dintorni >> Pentone
 

Pentone è un comune di 2.209 abitanti della provincia di Catanzaro. Diversi sono i pareri sulle origini del nome di Pentone, alcuni, pensano che il nome sia di origine greca Panta-Oinos, dalla voce panta (tutto) oinos (vigna) e cioè tutto vigne, oppure potrebbe essere una contrazione di Pente (cinque) Eikona (icona) da cui cinque icone.Si hanno sicure notizie dell’esistenza di Pantona (Pentone) nel 1276. I padri Brasiliani introdussero il culto di San Nicola Vescovo di Mira ed edificarono la Chiesa Matrice. Il Casale di Pentone seguì le sorti della città di Taverna, assunse il titolo di Universitas nel 1632 ed ebbe l’autonomia amministrativa nel 1816.


Punti d'interesse:

Chiesa Matrice:
Di particolare interesse artistico, è composta da un’ampia navata centrale e da due navate laterali con cinque cappelle. L’abside dell’altare maggiore è sormontata da una Pala D’altare (m. 2,5 x 3,5) che rappresenta un Cristo Maestoso con accanto la Madonna ed in basso San Nicola Vescovo attorniato da angeli e putti. Il baldacchino è in stile gotico ed è rivestito in oro zecchino mentre il pulpito di pregevole fattura è collocato nella navata principale. La chiesa è dotata di un organo a mantice e di diverse tele del ‘700 ed adornato da parecchie statue dell’800. All’interno della Chiesa si trova l’Oratorio della Real Confraternita del SS. Rosario fondato nel 1619 in rendimento di grazia per la memorabile vittoria sui Turchi nel 1571 a Lepanto. La cappella è decorata con pregevoli stucchi ed affreschi, con un magnifico altare rivestito in marmo ed un coro in legno per i Fratelli.
Santuario della Madonna delle Grazie di Termine o delle Trache dal greco “trachius” (roccia) luogo roccioso. La Chiesa rurale di Termine fu eretta a Cappella nel 1291 e fa parte del Circuito dei Santuari Mariani della Calabria per il Giubileo del 2000. Contiene diverse statue lignee realizzate da artisti della Valle di Ortisei (BZ), le pareti dell’abside sono decorati da mosaici e l’altare è impreziosito da un’affresco del pittore Gariano 1910. Sul piazzale è stata collocata una pregevole statua di bronzo di Padre Pio dell’artista Egidio Ambrosetti da Anagni, mentre sul piazzale una icone in legno dipinta dal pittore Aldo Sirianni rappresenta l’apparizione della Madonna a Maria Madia. Il Santuario è meta di numerosi pellegrinaggi oltre che sosta per i turisti che proseguono per l’altopiano Silano. Non abbiamo alcun dato che ci permetta di stabilire con precisione quando fu costruita la
Chiesa Parrocchiale. E’ composta da un’ampia navata centrale e da due navate laterali con cinque cappelle. Le cappelle della navata di destra, entrano per la porta maggiore, sono dedicate alla Vergine Addolorata, a S. Nicola e al Cristo Risorto, quelle della navata di sinistra alla Vergine Immacolata ed alla Madonna dell Grazie. Dalla Cappella del Cristo Risorto, che fino al 1938 era dedicata alla Vergine del Rosario, si passa all’Oratorio della Congregazione, mentre dalla cappella delle Grazie si giunge alla sagrestia alla quale si può accedere anche dal presbiterio (Cornu evangelii). L’altare maggiore, sormontato da un baldacchino di stile gotico, è eretto nell’abside. Sull’entrata sella porta grande, di fronte all’altare maggiore, si può ammirare la tribuna dell’organo che è sostenuta da due colonne. Fra la Cappella dell’Immacolata e quella delle Grazie si apre la porta laterale della Chiesa. Sottostante alla sagrestia si trova un ampio magazzino, sopra la sagrestia un quartierino che comunica per mezzo di un cavalcavia, costruito nel 1910, con la casa canonica (fino al 1910 casa comunale).
Museo della Civiltà Contadina e Pinacoteca di Arte Contemporanea.
Inaugurato nel 2007, il museo si propone di ricostruire lo stile di vita e le abitudini di lavoro dei contadini ed artigiani della Presila Catanzarese e di conservare l’identità culturale e linguistica della comunità. E’ diviso in tre settori: Museo della Civiltà Contadina, Pinacoteca di Arte Contemporanea, Settore Musicale.
Nel museo della Civiltà contadina sono stati ricostruiti ambienti come la stanza da letto, la cucina, il laboratorio artigianale per la lavorazione dei tessuti. La Pinacoteca di Arte Contemporanea espone opere di artisti della provincia di Catanzaro, tra cui: Marinaro, Cartaginese, Leonardo, Romeo, Pietruzza, Paonessa, Veraldi, Chiarella, Monterosso, Pullano, Castagna, Lamberto, Maidò, Badolato, Rubino, Talarico. Il Settore musicale conserva strumenti musicali, fotografie e cimeli dell’antica “Banda Musicale città di Pentone.


Frazioni: Sant'Elia, Visconte.

Patrono: San Nicola di Bari che si festeggia il 6 Dicembre

Sito istituzionale:  www.comunedipentone.gov.it/

HOME Sportello informagiovani della Provincia di Catanzaro
iGiò Sportello informagiovani della Provincia di Catanzaro
Iscriviti alla Newsletter

Prenotazione online Hotel

Casamundo "La casa vacanza"
 
Orari dei treni

Aeroporto di Lamezia Terme - Catanzaro

Vola Gratis

Edreams.it

Scuola Università Lavoro
Orientamento Scolastico
Elenco Scuole
Progetti e iniziative
Opportunità e bandi
Università in Calabria
Accademie e Conservatori
Borse di studio
Studiare all'estero
Università in Italia
Opportunità e Bandi
Workshop e Iniziative
Imprenditoria giovanile
Concorsi
Formazione
Contratti di lavoro
Opportunità di lavoro
Servizi bancari
Normativa del lavoro
     
     
Viaggi e Turismo Tempo Libero Bacheca
Trasporti
Agenzie di viaggio
Catanzaro e dintorni
Strutture Ricettive
Mangiare in Provincia
Impianti Sportivi
Biblioteche e musei
Cinema e teatro
Focus eventi
Testi scolastici
Testi universitari
Offerte di viaggio
<-- dicembre 2017 -->
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31