Viaggi e Turismo >> Catanzaro e Dintorni >> Gizzeria
 

Gizzeria è un comune di 4.365 abitanti della provincia di Catanzaro. Pur essendo parte di un comprensorio archeologico di notevole importanza, non vanta origini remote che si perdono nella notte dei tempi. Le sole notizie certe della prima costituzione del paese non vanno al di là del periodo bizantino. Molto controversa è anche l’etimologia del toponimo. La forma Izaria è, invece, da ricondurre alla migrazione albanese. In epoca normanna il nome era stato Yussaria. Da Izaria derivò successivamente Jzaria (1510), poi mutatosi in Jazzaria o Jizzeria. Il nome attuale è in uso dal 1753. La storia del paese, dopo la distruzione da parte dei Saraceni, avvenuta verso la fine dell’anno mille, è centrata prevalentemente sul monastero greco di San Nicola, un piccolo agglomerato di pochi abitanti, alloggiati per lo più in pagliai ed abituri. Il cenobio che sorgeva su un terreno appartenente ai Cavalieri di Malta, ha avuto dapprima una sua vita autonoma, durata fino a quando Roberto il Guiscardo, latinizzandolo, lo concesse alla famosa abbazia benedettina di S. Eufemia. Intorno a questa comunità si è sviluppato, pertanto, il primo nucleo dell’abitato di Gizzeria, un paese che non avrebbe avuto un ulteriore sviluppo se non fosse stato, rinvigorito dall’apporto di profughi albanesi venuti nell’Italia meridionale per domare la rivolta dei baroni calabresi. Furono questi soldati a rifondare tra il 1448 e il 1450 Gizzeria e numerosi altri paesi della provincia di Catanzaro. Dalla costituzione in “universitas”, tra il 1558 e il 1574, la sua storia non offre per secoli elementi di particolari novità. Solo alla fine del ‘700 il paese sembra scuotersi dal torpore riservando una buona accoglienza ai reparti dell’esercito rivoluzionario, salvo poi a ricredersi nel 1806 quando Gizzeria accolse a fucilate quei francesi che dovevano rimanervi per tre anni. Nel 1848 è segnalata la presenza di diversi gizzerioti nella battaglia dell’Angitola, nel corso della quale avrebbero dato una buona prova del loro valore contro le milizie borboniche. Anche una cellula mazziniana prosperò nel paese, animata precipuamente da Antonio Miceli e da Alessandro Toja che ritroveremo tra i Mille di Garibaldi sbarcati a Marsala. Le vestigia di tale percorso storico sono costituite dagli edifici di culto e dai pochi palazzi medio-alto borghesi, con qualche ricerca di ornamentazione ricalcante moduli neoclassici. Sono di qualche interesse la Chiesa dell’Annunziata e quella parrocchiale dedicata a San Giovanni Battista.
Gli Albanesi avevano portato nelle nuove terre, assieme alla lingua, le loro tradizioni, i loro costumi, i loro usi. La comunanza con altre famiglie venute da altre zone della Calabria, in particolare dopo i due disastrosi terremoti del 1638 e del 1783, gli scambi commerciali, le relazioni, i matrimoni con gente dei paesi vicini, modificarono notevolmente il carattere della popolazione, preparando la progressiva scomparsa dell’idioma. Oggi la traccia del tessuto sociale arbresh rimane solo in qualche parola e, con qualche variante, nel tradizionale costume femminile, ormai quasi scomparso. Durante il fascismo, il territorio di Gizzeria venne ridotto notevolmente a vantaggio del nuovo comune di S. Eufemia Lamezia, voluto da Mussolini dopo la bonifica dei terreni paludosi della piana. Nel secondo dopoguerra la popolazione di Gizzeria, come tutti i piccoli comuni dell’ interno della regione, ha subito una notevole flessione a seguito del massiccio flusso migratorio verso l’Europa, le Americhe, l’Australia e le città del triangolo industriale.

Punti d'interesse:

Fontana del Ponte:
la vecchia fontana fino agli anni '60 era fornita anche di un abbeveratoio. La sua caratteristica è di trovarsi sotto un colonnato con tre archi.
Palazzo Cacozza Miceli: costruito tra la fine dell'800 e primi del '900 è adiacente alla Matrice. Su due livelli ha un portale in pietra con una bella chiave di volta e gradevoli balconi in ferro battuto.
Palazzo Miceli: Sull'arco dell'entrata è raffigurato uno stemma nobiliare con uno scudo a mezzaluna e tre stelle.
Palazzo Iannazzo: la famiglia Iannazzo originaria di Sambiase si trasferì a Gizzeria nel XIX secolo. Il palazzo è tra i più antichi del paese. Formato da due livelli. Il piano terra era utilizzato per attività industriali. Solitamente la borghesia di Gizzeria si dedicava alla produzione di olio e farina.
Torre di Santa Caterina: costruita, forse, nel XV secolo faceva parte del sistema di difesa costiero.
Muraglia convento di San Nicola: del convento basiliano non si hanno notizie certe. Quello che rimane sono parte delle mura perimetrali chiamate in paese "muraglia". Si trovano in località San Nicola.
Conicella di San Giovanni Battista: nella zona chiamata Cona si trova una piccola nicchia dedicata a San Giovanni. Intorno c'è un piccolo giardino pubblico con panchine. Da qui si può ammirare il Golfo di Santa Eufemia.
Monumento ai Caduti: il bassorilievo bronzeo in onore ai Caduti di tutte le guerre è opera di Cesare Baccelli. Fu realizzato tra il 1976 e il 1978.
Calvario : in paese ci sono due calvari formato da tre croci. Uno si trova lungo la strada che da Gizzeria conduce a Sambiase e fu costruito nel 1911. L'altro risale, invece, al 1928.
Chiesa di San Giovanni Battista (Matrice): all'interno sono conservate le statue di San Giovanni Battista, San Francesco di Paola, della Madonna del Rosario e della Madonna Addolorata.
Chiesa dell'Annunziata: e' formata da un'unica navata con un vano per la sagrestia a destra dell'altare.
Chiesa di Santa Caterina Labourne: la piccola chiesa si trova in frazione Mortilla. Di recente costruzione fu edificata negli anni '70.

Ed inoltre:

- Convento di San Francesco d’Assisi (ruderi)
- Palazzo Agapito
- Palazzo Statti
- Palazzo Trapuzzano
- Torre di Capo Suvero


Frazioni: Gizzeria Lido, La Destra, La Prisa, Mortilla, Scaramella

Patrono: San Giovanni Battista che si festeggia il 24 Giugno

Sito istituzionale: http://www.comune.gizzeria.cz.it/

HOME Sportello informagiovani della Provincia di Catanzaro
iGiò Sportello informagiovani della Provincia di Catanzaro
Iscriviti alla Newsletter

Prenotazione online Hotel

Casamundo "La casa vacanza"
 
Orari dei treni

Aeroporto di Lamezia Terme - Catanzaro

Vola Gratis

Edreams.it

Scuola Università Lavoro
Orientamento Scolastico
Elenco Scuole
Progetti e iniziative
Opportunità e bandi
Università in Calabria
Accademie e Conservatori
Borse di studio
Studiare all'estero
Università in Italia
Opportunità e Bandi
Workshop e Iniziative
Imprenditoria giovanile
Concorsi
Formazione
Contratti di lavoro
Opportunità di lavoro
Servizi bancari
Normativa del lavoro
     
     
Viaggi e Turismo Tempo Libero Bacheca
Trasporti
Agenzie di viaggio
Catanzaro e dintorni
Strutture Ricettive
Mangiare in Provincia
Impianti Sportivi
Biblioteche e musei
Cinema e teatro
Focus eventi
Testi scolastici
Testi universitari
Offerte di viaggio
<-- dicembre 2017 -->
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31