Viaggi e Turismo >> Catanzaro e Dintorni >> Chiaravalle Centrale
 

Chiaravalle Centrale è un comune italiano di 6.645 abitanti della provincia di Catanzaro. L’abitato è esposto in prevalenza a nord, dove è adagiato sulle falde della collina “Sorbia” e spazia su un’ampia vallata delimitata, a ovest, dalla dorsale appenninica delle Serre. Non si dispone di fonti storicamente ineccepibili per costruire la storia delle origini di Chiaravalle, per cui, ci si attiene a leggende e tradizioni. Certo è che la zona ha destato l’interesse del Conte Ruggiero I, che ne ha fatto occupazione; in seguito il territorio Calabrese è stato occupato da coloni romani. Le tracce di lingua greca, latina, araba, spagnola, francese e tedesca riscontrabili nei nostri dialetti e le denominazioni di alcune località, sono il segno delle attenzioni che varie invasioni ci hanno riservato, e il segno che da noi vi erano già insediamenti di popolazione che, a contatto con gli invasori o mescolandosi con essi, ne hanno recepito linguaggio e costume. Il nome “Claravallis” sta a rappresentare la piacevolezza del colle e l’ampia e limpida vallata su cui il borgo si affaccia. Claravallis, diviene poi Chiaravalle “Centrale” per distinguerla da altri paesi di eguale denominazione. Importante centro agricolo delle pre Serre, in questi ultimi anni, Chiaravalle sta vivendo uno sviluppo considerevole. La vitalità di questo centro, famoso già in passato per i suoi tessuti e per i suoi prodotti agricoli, ha ruotato per molti secoli attorno al Convento dei Cappuccini, con una benefica influenza dal punto di vista sociale e culturale. Vi è un continuo sviluppo nei diversi settori: nel settore della viabilità, attraverso la costruzione di infrastrutture che possano agevolare il raggiungimento del luogo; nel settore scolastico, grazie alla presenza di asili nido, scuole dell’infanzia, la scuola media statale “Corrado Alvaro”, istituti superiori quali il Liceo Scientifico, l’Istituto Tecnico Industriale e l’Istituto Tecnico Professionale per l’Agricoltura. Sviluppate sono anche le strutture sanitarie, con la presenza dell’ospedale civile “San Biagio”; infrastrutture idriche, igieniche, agricole, sportive, poiché il comune chiaravallese ha messo a disposizione campi da calcio, tennis e pallavolo, e edifici di carattere giuridico grazie al dipartimento del Tribunale di Catanzaro. Numerosissimi sono a Chiaravalle i ristori e le pizzerie, le quali offrono a tutti i visitatori la possibilità di degustare i prodotti tipici della gastronomia locale: vino, salumi, funghi e formaggi in particolare. Per quanto riguarda le ricorrenze religiose, diversi sono gli eventi e le manifestazioni che il comune organizza insieme alla collaborazione dell’intera popolazione chiaravallese, come la festa di San Biagio patrono, il 2 febbraio, la festa di Maria SS della Pietra (La devozione alla Vergine è molto sentita dai Chiaravallesi fin da quando, nel 1700, la Madonna apparve, seduta su una pietra, a un pastorello), la terza domenica di agosto, la festa dei SS Medici Cosmo e Damiano e quella di Sant’Antonio. In occasione di tali ricorrenze, si organizzano processioni, fiere, giochi popolari, tornei, raduni, sagre, serate folcloristiche alle quali sono invitati a partecipare tutti coloro che hanno voglia di trascorrere momenti tranquilli e gioiosi. Durante il mese di Dicembre, negli ultimi anni, è tradizione a Chiaravalle che la popolazione si prepari a festeggiare il Santo Natale attraverso una sorta di competizione tra i diversi rioni del comprensorio. Ogni rione, si impegna a realizzare il proprio presepe e il giorno della festa dell’Immacolata, l'8 dicembre, tutti i cittadini sono invitati a trascorrere un giorno di festa in cui si possono assaggiare pietanze e dolci tipici chiaravallesi, danzando fino a notte fonda sulle note delle famosissime tarantelle calabresi. Spetterà al Sindaco e a tutta l’Amministrazione comunale, inseguito, premiare il rione vincitore della competizione che sarà riuscito a realizzare il presepe più particolare. La Pasqua è festeggiata da tutti i cittadini attraverso due eventi particolari: la benedizione delle palme e dei ramoscelli di ulivo, la Domenica delle Palme; la tradizionale “Confronta”, che ha luogo in Piazza la Domenica di Pasqua. In agosto, l’estate chiaravallese, è caratterizzata da eventi con musica, sagre di prodotti tipici, tornei di calcio dei rioni, premi di poesia. A carnevale, si organizza la sfilata di carri allegorici con balli e canti in piazza alla quale partecipano entusiasti tutti i cittadini, in modo particolare i bambini che trascorrono questo giorno di festa indossando svariati costumi e lanciando coriandoli nelle strade di Chiaravalle. Per quanto riguarda la stagione teatrale, il Teatro “Tempo Nuovo”, organizza spettacoli che divertono ma allo stesso tempo educano e informano gli spettatori. Vi è anche la presenza di un gruppo musicale etnico-folcroristico dal nome “Enrico Pitaro trio jazz”. Il borgo Chiaravallese, immerso tra le distese verdi e fiorite delle nostre campagne e il centro sviluppato e dotato di servizi e strutture utili ai cittadini per la loro vita quotidiana, è un paese degno di essere visitato perché offre ai turisti la possibilità di trascorrere momenti immersi nella totale tranquillità e piacevolezza, respirando l’aria pura e salubre delle montagne godendo di una fantastica visuale sulla costa ionica.

Punti d'interesse: 

Il Convento dei Cappuccini, edificato nel 1500 in località Cona, con la presenza di diverse tele del 1700 e del 1800, oggetti e parametri sacri di ottima fattura.
La Chiesa affrescata da Nik Spatari.
La biblioteca che raccoglie testi rari e antichi.
Il Centro Storico con gli antichi rioni.
Il Castello Filangeri, la mostra permanente al Palazzo Staglianò.
Affascinante e ricco di splendidi reperti è il Museo delle Arti e dei Mestieri che, attraverso una piacevole rappresentazione di strumenti e oggetti di antica origine, trasporta nel passato e fa comprendere quali sono stati i punti forti dell’economia di Chiaravalle.
Bellezze artistiche: Il centro storico è caratterizzato da un borgo meraviglioso dove possiamo notare palazzi e ville di origine antichissima come il Palazzo Staglianò. Tutto circondato dai stupendi portali, di stile bizantino e barocco, che rendono il borgo più caratteristico. Il borgo ha inizio con una semplice ma stupenda chiesetta ( Sacro Cuore di Gesù) tipica del 1600, proseguendo si possono notare, lungo il viale, i numerosi portali e palazzi antichi, si conclude nella Piazza Dante dove possiamo ammirare la bellissima Chiesa Matrice.
Portale del Palazzo Staglianò (fine XVII secolo): Il portale è sopraelevato su gradini. I piedritti e l’arco di volta sono costituiti da conci bugnati alternati a cuscinetto e a punta di diamante. La chiave di volta è costituita da un concio decorato con foglia di acanto. Il portone è in legno bugnato.
Palazzo in via Francesco Spasari.
Palazzo in via Natale Rauti


Patrono: San Biagio che si festeggia il 3 Febbraio

Sito istituzionalehttp://www.comune.chiaravallecentrale.cz.it/

HOME Sportello informagiovani della Provincia di Catanzaro
iGiò Sportello informagiovani della Provincia di Catanzaro
Iscriviti alla Newsletter

Prenotazione online Hotel

Casamundo "La casa vacanza"
 
Orari dei treni

Aeroporto di Lamezia Terme - Catanzaro

Vola Gratis

Edreams.it

Scuola Università Lavoro
Orientamento Scolastico
Elenco Scuole
Progetti e iniziative
Opportunità e bandi
Università in Calabria
Accademie e Conservatori
Borse di studio
Studiare all'estero
Università in Italia
Opportunità e Bandi
Workshop e Iniziative
Imprenditoria giovanile
Concorsi
Formazione
Contratti di lavoro
Opportunità di lavoro
Servizi bancari
Normativa del lavoro
     
     
Viaggi e Turismo Tempo Libero Bacheca
Trasporti
Agenzie di viaggio
Catanzaro e dintorni
Strutture Ricettive
Mangiare in Provincia
Impianti Sportivi
Biblioteche e musei
Cinema e teatro
Focus eventi
Testi scolastici
Testi universitari
Offerte di viaggio
<-- dicembre 2017 -->
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31